• Federico Vianello

Di-segno In-segno/Disegno-Insegno

Aggiornamento: ott 4

Continuo questo mio blog in questa alternanza tra vecchio e nuovo riproponendovi questo mio scritto datato 3 Luglio 2012.

('Datato' non certo nel senso di 'inattuale o superato', almeno per lo scrivente)

Gioielli artigianali. Microfficina Firenze
I miei dipinti in metallo (Particolari)

​Di segno in segno, ma cosa è dunque un segno?

E’ il segno di una firma o è il segno dell’artista? Il segno di una ricerca o il segno dell’ingegno? Il segno di uno stile o il segno della mano?

E cosa lascia un segno? Un’opera magistrale, un amore corrisposto, un doloroso rifiuto, un invenzione strepitosa o un ricordo indelebile?

E’ forse per questo che do così importanza al segno, e di segno in segno sono trent’anni che invento gioielli e architetto lezioni. Non mi riferisco certamente a quei segni facilmente riconoscibili e direi falsamente necessari, come il segno (...ripetuto e inalienabile) di un artista oppure a quello (ostentato ed esibito) di una 'firma', bensì, molto più semplicemente a quei molteplici segni personali necessari a ridare un ‘anima’ alle cose. Segni fatti di manualità, di ingegno e ricerca, di pazienza e passione; segni dunque che ci riconducano all’umano; al valore della diversità, della conoscenza, del saper fare e del saper scegliere. Dare valore al lavoro (che è anche umana fatica e sofferenza) è forse il solo modo che può educarci ad un consumo meno conformista, più consapevole e sostenibile.

Anello in oro puro argento quarzo tormalinato. Microfficina gioielli artigianali
Anello 'segni' oro puro argento quarzo tormalinato

Orecchini in  oro puro argento cimofane. Microfficina gioielli contemporanei
Orecchini 'segni' oro puro argento berillio cimofane.

Nei miei gioielli i ‘di-segni‘ (o le 'forme’) nascono quasi sempre dalla relazione e dalla tensione fra gli opposti, opposti che cerco di stringere in una nuova unità.


Prezioso/Comune Chiaro/Scuro Giocoso/Serioso


Vuoto/Pieno Conscio/Inconscio Puro/Impuro


Esplicito/Metaforico Semplice/Complesso


Wearable/unwearable...


Quel “matrimonio dei contrari” che, secondo Virginia Woolf, deve consumarsi nella mente dell’artista perché la creazione abbia luogo, è il rito officiato qui dalle immagini." (da "Una stanza tutta per sé" di Virginia Woolf, J. Rodolfo Wilcock, Livio Bacchi Wilcock)


Tutto è casuale/ Nulla è casuale? “E’ lo spazio fra le cose che mi intriga”!

Non è dunque un caso che la parola sia per me anche un 'segno', un segno da cui prendono forma alcune opere dai titoli curiosi, o almeno quelle che rappresentano i mio lavoro più propriamente artistico. Talvolta infatti è la ricerca semantica che libera poi la fantasia della forma, ma come è vero anche il contrario, e, solo dopo che le forme sono nate, si 'liberano' invece metaforici titoli o ironici giochi di parole.

Gioielli artigianali. Anello in argento e bronzo perle coltivate
Non dar perle ai porci. Anello in argento e bronzo perle coltivate

In questo mio gioco, condotto con rigore, ma anche con leggerezza e divertimento, apro interrogativi senza volerli necessariamente chiudere in una risposta definitiva: come artefice non voglio elaborare né tesi né antitesi, ma cedere invece la parola alle ipotesi, necessario rimando alle non-finite risposte possibili.

Preferisco evocare piuttosto che provocare, mi affido allora alla metafora e all'ironia (evitando il sarcasmo) per mantenere l'equilibrio tra l'essere e il non essere...

Microfficina gioielli contemporanei. Spilla
L'arte della copia! Spilla in ottone, ferro e argento

Federico Vianello

per Microfficina Gioielli Artigianali Firenze

216 visualizzazioni0 commenti